0item(s)

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Tappetini Auto

Segui tutte le notizie dal mondo delle auto

  • Panda 40'anni di passione e innovazione.

    Fiat Panda è nata nel 1980 e da quel giorno ha conquistato gli italiani. Ancora in produzione dopo alcuni restyling non smette di raggiungere nuovi traguardi.

    Chi di noi non ha un ricordo legato alla Panda? Questa city car la si ritrovava praticamente ovunque: era l'auto di famiglia, del vicino di casa, del migliore amico... Sono passati 40'anni eppure non smette di piacerci e farci sorridere se pensiamo al passato e alla sua prima edizione.

    Al momento dell'esordio rappresentava lʼutilitaria moderna. Si distinse molto dalle utilitarie che la precedettero, la 500 e la 126. Il suo design era semplice, ma perfetto, l'assetto era funzionale e l'idea di spazio nuova. Al suo interno non si era più costretti come in una scatola di sardine. E proprio “scatola magica” fu ribattezzata al Salone di Ginevra del 1980.

    Nessuna delle concorrenti è stata in grado di spodestarla dal gradino più alto del podio, lei è la city car più amata dʼEuropa. Questa utilitaria ha saputo evolversi restando sempre fedele ai sui tratti distintivi. Proprio il fatto di essere facilmente riconoscibile determina la fortuna nel mercato per un'auto. Si sono succedute 3 generazioni, la trasformazione è stata graduale e questo ha permesso di non alterarne i connotati salienti. Si è passati dai vecchi motori della 126 e della 127 per arrivare oggi alla versione Panda Easy Hybrid.

    Da 8 anni è lʼauto più venduta in Italia e in Europa (nel 2019 oltre 375 mila immatricolazioni). Inoltre ha una serie di primati: prima city car 4WD, prima city car a vincere il titolo di Auto dell’anno, prima utilitaria con motore diesel e prima con alimentazione a metano. La seconda generazione del 2003, ebbe come innovazione il Multijet, e fece propria la tecnologia gpl e metano. Con la terza generazione (2011) Panda torna in Italia e viene prodotta nello stabilimento di Pomigliano d’Arco.

    Oggi si distingue nel segmento A per la sua carica innovativa. Nella gamma troviamo il TwinAir Turbo Natural Power da 80 Cavalli (doppia alimentazione benzina/metano) e l'ultima sfida è quella elettrica, con la Panda Easy Mild Hybrid appena uscita. Il prezzo parte da 9.900€

    L'abitacolo è spazioso e confortevole. Per personalizzarlo ci sono i tappetini su misura MTM. Tante le possibilità di configurazione, ce n'è per tutti i gusti.

  • Land Rover Defender- Nuove sfide e nuovi traguardi

    Land Rover Defender è il fuoristrada per eccellenza. Indistruttibile, senza tempo, insieme alla Jeep Wrangler, ha rivestito il ruolo di veicolo militare adibito ad uso civile. Nato nel 1948 è rimasto in produzione fino al 2016, sostanzialmente uguale per quasi 70 anni.

    Adesso però è arrivato il momento di guardare al futuro. Così Land Rover ha ridisegnato completamente il suo Defender. Quello che però non può cambiare è l'istinto selvaggio. La nuova carrozzeria, ad altezza variabile, è in grado di attraversare corsi dʼacqua profondi 90 cm. Ma le potenzialità non finiscono qui, questo mezzo può trainare rimorchi fino a 3.500 kg e nella parte posteriore del paraurti è presente un verricello con trazione massima di 4.536 kg. Questo verricello può essere azionato fino a 45 m di distanza.

    Defender si adatta a mille necessità. Particolarmente apprezzato dagli amanti dell'avventura,  è anche il veicolo preferito dai soccorritori e dalla Forestale. Il fuoristrada è dotato del sistema di trazione integrale Terrain Response 2 con sospensioni pneumatiche, differenziale centrale e posteriore bloccabili. Attualmente sono state progettate due versioni: Defender 90 a 3 porte a passo corto e Defender 110 a 5 porte (su richiesta anche 7 posti). La nuova versione ha contenuti hi-tech di ultima generazione. Ad esempio il Surround Camera System 3D permette di visionare il manto stradale sotto al mezzo. Questo consente di guidare su ogni terreno in tutta sicurezza.

    In Italia sarà disponibile in 4 motorizzazioni: benzina da 300 Cavalli, due diesel e la versione 6 cilindri con tecnologia Mild Hybrid e 400 cavalli. Tutte le versioni hanno trazione 4x4 e cambio automatico. I prezzi partono da 51.000€ e si sale fino ai 98.000€ per le versioni mild hybrid.

    Per Defender consigliamo dei tappetini con moquette mimetica, disponibili nella linea Top, per chi ha ama scoprire sentieri sempre nuovi, In alternativa per dare un tocco più classico si può optare per la moquette nera, con bordo in similpelle e ricamo personalizzato.

     
  • Il marchio Alfa Romeo compie 110 anni

    Per celebrare il compleanno del marchio italiano, dal 24 al 28 giugno al Museo storico di Arese verranno mostrati i “tesori nascosti” della collezione; l’anteprima della Giulia GTA e la sezione dedicata alle Alfa Romeo utilizzate dai Carabinieri.

    Alfa Romeo, per i suoi 110 anni dalla fondazione della Società, fa un grande regalo a tutti gli appassionati del Marchio: al Museo Storico di Arese vengono aperti per la prima volta al pubblico i depositi del Museo, dove sono conservati tutti i preziosi “reperti” che non hanno potuto essere ospitati nella collezione normalmente aperta al pubblico, consentendo ai visitatori di accedere a una raccolta completa ed emozionante che comprende 150 automobili, motori, trofei e oggetti artistici.

    Quello tra Alfa Romeo e le Forze dell’ordine è un rapporto speciale: la mostra racchiude i più significativi modelli del Biscione che sono stati “arruolati” nel corso degli anni e hanno accompagnato le imprese dei Carabinieri in tutta Italia. La nuova sezione è stata progettata dall'architetto Benedetto Camerana, dedicata ai sei modelli più rappresentativi utilizzati negli ultimi sessant'anni: dalla 1900 M “Matta” che con l’Arma dei Carabinieri ha anche vinto una Mille Miglia alla leggendaria Giulia, la più iconica delle “Gazzella”.

    Alfa Romeo offre inoltre il “Tour 110 anni” (disponibile in rete): un viaggio virtuale nella sua storia secondo un percorso che in sei video esprime i contenuti e lo spirito del Museo.

    Altri elementi della festa sono la presentazione di una speciale e-mtb Alfa Romeo 110° Anniversary realizzata appositamente da Compagnia Ducale, del cronografo Eberhardt realizzato in serie limitata e da una collezione di abbigliamento “ufficiale” dedicata ai 110 anni Alfa Romeo.

    Nella giornata del compleanno numero 110, Alfa Romeo ha presentato dal vivo anche la nuova Giulia GTA: la super sportiva che la casa del Biscione avrebbe dovuto svelare al Salone di Ginevra poi cancellato causa Covid-19. Si tratta di una edizione molto speciale della Giulia Quadrifoglio che recupera la gloriosa sigla GTA e, allo stesso tempo, rinnova il mito delle Alfa stradali con l’animo per le corse.

    L'iconica serie limitata, che sarà prodotta in un numero massimo di cinquecento esemplari e concepita appositamente per lo speciale compleanno di Alfa Romeo, si ispira tecnicamente e concettualmente alla Giulia GTA del 1965, quella 'Gran Turismo Alleggerita' sviluppata da Autodelta a partire dalla Giulia Sprint GT, che collezionò successi sportivi in tutto il mondo. Giulia GTA è equipaggiata con una versione potenziata del motore Alfa Romeo 2.9 V6 Bi-Turbo, da 540 CV. Grazie all'adozione estesa di materiali ultraleggeri, beneficia di una riduzione di peso pari a 100 kg rispetto a Giulia Quadrifoglio, raggiungendo un rapporto peso/potenza di 2,82 kg/CV. L'aerodinamica attiva è stata appositamente studiata per aumentare il carico aerodinamico, grazie anche alle competenze sviluppate direttamente in Formula 1 grazie alla sinergia con Sauber Engineering e all'utilizzo del Sauber AeroKit. Sono nuovi anche il sistema di scarico centrale Akrapovič in titanio integrato nel diffusore posteriore in fibra di carbonio e specifici cerchi da 20 pollici monodado.

    Su GTAm, la versione ultra sportiva, il fronte aerodinamico è stato estremizzato con l'utilizzo di uno splitter anteriore maggiorato e una vera e propria ala posteriore in carbonio, che garantiscono un aumento e un ottimale bilanciamento del carico ad alta velocità. Sulla GTAm, l'eliminazione della panchetta posteriore lascia spazio ad una 'vasca' dove campeggiano sagomature specifiche destinate ad ospitare caschi ed estintore.

    Le modifiche all’aerodinamica e alle regolazioni delle sospensioni la rendono ancora più vistosa esteticamente e ancora più efficace in pista. Per i più “sportivi” è possibile averla anche con uno speciale allestimento da pista, a soli due posti e rollbar integrato ma sempre omologata per l’uso stradale.

  • Long Range Plus: la Tesla Model S raggiunge i 647 km di autonomia

    La politica di continua innovazione dei modelli Tesla ha, ancora una volta, dato i suoi frutti: l’autonomia della serie S è stata migliorata di oltre il 20% (rispetto al modello 2019).

    Con una sola carica, stando all’ultima omologazione Epa (United States Environmental Protection Agency), la versione Long Range Plus riuscirebbe ad arrivare fino a 402 miglia ovvero 647 chilometri di autonomia.

    C’è da dire che si tratta di valori omologati Epa, per il mercato americano, quindi diversi da quelli che conosciamo in Italia; la variante Long Range attualmente disponibile in Italia è accreditata di 610 km di autonomia nel ciclo Wltp. Dal 2018, infatti in Europa, è stato introdotto il test WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure), un test più complesso di quello americano che dà una stima dell'autonomia più vicina a quella reale. Stima che rimane abbondante, superiore al reale, di circa un 10-15%.

    Per questo rimane fondamentale considerare 'indicativi' i dati forniti dai test, dato che l'autonomia può variare ampiamente in base allo stile di guida, alla velocità e alle condizioni ambientali.

    Il lavoro del personale Tesla è comunque notevole: sfruttando l’esperienza maturata con le Model 3 e Model Y, sono riusciti a ridurre il peso totale dell’auto senza tralasciare la comodità degli interni. Sono stati introdotti i nuovi cerchi di lega Tempest da 19” abbinati a pneumatici estremamente aereodinamici. Ulteriori modifiche sono state implementate sul motore elettrico posteriore e sulla trasmissione per ridurre gli attriti e, infine, hanno progettato e costruito i propri sedili (prima provenienti da un fornitore esterno) con materiali più leggeri.

    Oltre a migliorie "hardware" alla nuova Model S Long Range Plus, non mancano anche quelle "software” ovvero modifiche sostanziali dei sistemi di gestione dell'auto. Ancora una volta Tesla si mostra avanti rispetto ai rivali di sempre. Via software, ad esempio, è stata migliorata la frenata rigenerativa  (il sistema Kers utilizzato in formula 1) per recuperare energia in decelerazione e quando l'auto si arresta; La Model S può contare ora sulla modalità di guida Hold che interviene sulla strategia di frenata per massimizzare il recupero dell'energia e farla arrivare fino a fermarsi completamente semplicemente rilasciando l'acceleratore.

    Tesla ha implementato e migliorato ulteriormente la sua rete di ricarica proprietaria formata da oltre 17 mila supercharger in tutto il mondo. I nuovi Supercharger V3 sono diffusi in tre continenti diversi; arrivano ad una potenza massima pari a 250 kW e velocizzano la ricarica del 50% rispetto ai precedenti V2.

  • 10 airbag per la nuova Honda Jazz: sicurezza massima!

    L’ultima Jazz della casa nipponica Honda, nella versione ibrida e:HEV, è dotata di un sistema di sicurezza degno delle più costose auto berline o sportive: parliamo di ben dieci airbag di serie e di uno aggiuntivo, situato in posizione centrale, fra i due sedili anteriori.

    L’airbag numero 10, inserito all’interno dello schienale del guidatore, in caso di attivazione, copre e riempie lo spazio fra i due sedili anteriori riducendo il rischio di lesione per il conducente e per il passeggero dovuto allo scontro laterale fra loro. Secondo le statistiche, questo airbag ridurrebbe gli infortuni al capo dell’85%, se l’impatto avvenisse sulla fiancata adiacente alla persona, fino all’ 98% se l’impatto fosse sulla fiancata opposta.

    Grazie anche a queste percentuali, la piccola vettura made in Japan trasmette un’immagine di auto sicura e confortevole.

    Il nuovo modello della Honda Jazz ha il sistema Honda Sensing che comprende tutte le dotazioni di sicurezza dell’auto; infatti i pretensionatori delle cinture di sicurezza, che servono a ridurre il movimento laterale delle persone situate nella parte anteriore dell’auto, lavorano in sinergia con l’airbag centrale. Anche l’airbag Ii-side, una tipologia di airbag unico a doppia struttura, presente nell’imbottitura nelle sedute posteriori che si attiva in caso di impatto laterale, rientra nel pacchetto di sicurezza.

    Il “pacchetto” di sicurezza è sorprendente dato che è stato istallato in una auto lunga poco più di 4 metri e, soprattutto, non è andato a inficiare il comfort del mezzo stesso: i sedili anteriori, dotati del supporto lombare anti-affaticamento e i sedili posteriori, sono ampiamente configurabili!

    Per concludere, la piccola monovolume asiatica, sarà dotata di una telecamera frontale ad ampio raggio, che riconosce i limiti di velocità impedendo al conducente di superarli; che riconosce la corsia di marcia e che permette di rilevare pedoni e ciclisti, facendo frenare in maniera autonoma il veicolo in caso di necessità. La nuova Honda Jazz e:HEV farà il suo debutto in Italia la prossima estate e avrà un prezzo di circa 22.500€

  • Lancia Ypsilon EcoChic Hybrid, affascinante ed ecologica!

    Lʼattacco ibrido del gruppo FCA non tralascia Ypsilon, la più affascinante city car in commercio. In questi giorni è stata lanciata infatti la EcoChic Hybrid. Questa vettura è proposta in tre versioni, Silver, Gold e la speciale Maryne. Sono una più bella dellʼaltra.

    Elegante, ecologica e sicura, Ypsilon si presenta nella veste mild hybrid attenta allʼ ambiente e al portafoglio. Le motorizzazioni sono le stesse studiate per Panda e 500: un 3 cilindri a benzina Firefly di cilindrata 1.000 e 70 Cavalli, al quale è associato un motore elettrico da 12 volt e una batteria al litio. Vi è poi il propulsore Euro 6D Final e che consente una riduzione dei consumi e delle emissioni CO2 fino al 24%. Il cambio è manuale a 6 marce.

     

    La serie speciale Maryne, citata sopra, offre di serie lʼinfotainment Uconnect radio con touchscreen da 5'' e il Bluetooth integrati con i comandi al volante. Davvero particolari i rivestimenti interni. Sono realizzati da Seaqual Yarn, che utilizza filati ricavati dalla plastica raccolta nel mar Mediterraneo. Anche questo dettaglio rendere l'auto davvero attenta all'ambiente. Nell'abitacolo vi è un filtro ad alta prestazione, il purificatore dell'aria e la lampada UV. Tutto questo per avere degli interni davvero igienizzati.

    Ultima questione, ma non per importanza, è il prezzo. Le versioni Silver e Gold costano 14.400 e 15.700€. La serie Maryne 16.400€. Ma la cosa davvero interessante è la formula con finanziamento FCA Bank. Anticipo zero e poi dal 2021 18 rate mensili di 115€. Compri oggi e paghi dal 2021 4€ al giorno. Vi sono poi successive 72 rate da 185€. Sicuramente da valutare!

    Per abbellire l'abitacolo di questa Ypsilon charmante, suggeriamo un set di tappetini della linea Plus totalmente neri, con ricamo argentato.

  • Lamborghini Huracán EVO RWD conquisa tutti

    Alla nuova Lamborghini Huracán EVO Rear-Wheel Drive non manca proprio niente. Mix perfetto di bellezza, velocità e piacere di guida. Il tetto scoperto è proprio una chicca. Questa nuova spider, della Casa del Toro, racchiude in sé tutto quel che lʼauto ha voluto rappresentare nel  suo secolo abbondate di storia!

    Data la particolarità del momento storico che stiamo vivendo, la première della Huracán EVO RWD Spyder, è stata virtuale. Lamborghini ha presentato la nuova arrivata tramite un video prodotto con la tecnica delle realtà aumentata.

    Questa decappottabile è bellissima! Color azzurro cielo, con una leggera capote e un design super aerodinamico. Il motore è sempre da 610 Cavalli e permette di accelerare da 0 a 100 in 3,5 secondi e da 0 a 200 km/h in 9,6 secondi. La velocità massima è 324 km/h! Pirelli ha progettato su misura per questa spider gli pneumatici P Zero di primo equipaggiamento.

    Per quel che riguarda gli aspetti più tecnici possiamo dire che si tratta di una spider a trazione posteriore (RWD). Il sistema di controllo della trazione P-TCS, è stato progettato per assicurare il massimo piacere di guida in ogni condizione. Mentre il selettore “Anima” sul volante permette di optare fra la modalità Strada, che riduce al minimo lo slittamento posteriore, Sport, per una guida più dinamica e Corsa, che massimizza la trazione in curva e ad alte velocità. La Huracán EVO RWD Spyder sarà pronta per l'estate.

    Il prezzo di questo uragano? 175.838€ Iva e altre tasse escluse.

    Gli interni sono da urlo. Sedili super sportivi che ricordano quasi dei robot. Chi non vorrebbe sedersi sopra? Noi abbiamo già in mente un set di tappetini con bordo similpelle azzurro cielo come la carrozzeria e ovviamente un ricamo giallo.

    Chiudiamo con una curiosità. Per omaggiare questa nuova vettura Lamborghini ha creato un francobollo digitale. Si può scaricare tramite l'applicazione Bitstamps. Questo francobollo è il primo di una collezione dedicata alla storia della Casa, oltre 20 le vetture iconiche raffigurate. Il francobollo della Huracán EVO Spyder è già disponibile, la tiratura è di 20.000 pezzi.

     
  • Arriva in Italia la nuova Mazda CX-5 2020

    La nuova Mazda CX-5 2020 si differenzia esternamente dalla versione precedente, ma è nell'abitacolo che troviamo novità rilevanti. Lʼinfotainment ha a disposizione uno schermo a colori da 8'' e unʼilluminazione a LED di tutti gli interni. Nelle dotazioni standard di sicurezza rientrano la frenata dʼemergenza automatica e il riconoscimento pedoni durante la guida notturna. Nel pacchetto sono inclusi anche il sistema di mantenimento della carreggiata e il monitoraggio angoli ciechi.

    Notevole il sistema 4x4 i-Activ AWD. Tramite 27 sensori tiene sotto controllo 200 volte al secondo le condizioni stradali e il tipo di guida, per gestire al meglio la trazione fra assali. Tutto questo anche grazie alla nuova funzione Off Road Mode, che permette di migliorare lʼaderenza se le condizioni esterne non sono ottimali. Premendo un pulsante si attiva e la velocità si abbassa sotto i 35 km orari.

    Le motorizzazioni sono due benzina e due diesel. I primi rispettivamente 2.0 da 165 Cavalli e 2.5 da 194 Cavalli. Il meno potente, nella versione manuale, prevede un sistema di disattivazione cilindri. Questo garantisce una riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2. Il diesel il 2.2 biturbo si differenzia in due livelli di potenza, 150 e 184 Cavalli.

    Gli allestimenti sono 4: Business, Exceed, Exclusive e Signature. Business ha di serie cerchi in lega da 17'', vetri oscurati, sensori luce e pioggia, il navigatore e la videocamera posteriore. Exceed ha cerchi in lega da 19'', portellone elettrico, Head Up Display e impianto Bose con 10 altoparlanti. Exclusive si differenzia per i rivestimenti in pelle con i sedili riscaldabili e rinfrescabili. Al top c'è l'allestimento Signature. I prezzi variano da 32.000 a 44.000 €.

    Per la nuova Mazda CX-5 2020 consigliamo dei tappetini personalizzati delle linea Top. Per avere un'abitacolo perfetto suggeriamo di abbinare il bordo e l'impuntura dei tappetini al colore dei sedili e delle cuciture.

  • Ecco le nuove Quadrifoglio Alfa Romeo: Giulia e Stelvio

    Alfa Romeo ha deciso di festeggiare i suoi 110 anni (il prossimo giugno) nel segno della sportività. Quale modo migliore se non presentando le nuove versioni Quadrifoglio di Giulia e Stelvio? Tecnologia, connettività e sicurezza sono i tratti distintivi di queste sportive.

    Giulia Quadrifoglio mette in evidenza lʼActive Aero splitter, mentre Stelvio fa sfoggio dei possenti cerchi da 21 pollici. Di serie su entrambe le vetture vi è il sistema di scarico Dual Mode a 4 uscite. Altra novità rilevante sono le Performance Pages. Che cosa sono? Schermate tematiche che consentono di visualizzare in real time lo stato del mezzo. Tra i nuovi bellissimi colori per la carrozzeria cʼè il Verde Montreal (come nelle foto).

    Le nuove Quadrifoglio si avvalgono di supporti studiati da famosi brand: Akrapovic firma gli scarichi high-performance, Bosch i sistemi di guida assistita, per i sedili si può scegliere la tra pelle e Alcantara oppure optare per i sedili sportivi Sparco. I progettisti Alfa hanno inoltre studiato un nuovo volante, rivestito il cambio in pelle e fatto sì che le cinture di sicurezza siano disponibili in nero, rosso o verde. La tecnologia a bordo è spaziale e include un nuovo sistema dʼ infotainment con touchscreen centrale da 8,8 pollici.

    Sono due vetture estremamente dinamiche con motore V6 Bi-Turbo benzina 2.9, da 510 Cavalli di potenza. La trazione è integrale e il cambio automatico a 8 marce. Tutto è progettato per offrire fluidità e comfort di guida. Sulle nuove Quadrifoglio sono montate le sospensioni Alfa Active Suspension, con il sistema di controllo dellʼassetto (Alfa Chassis Domain Control).

    La strumentazione di sicurezza si avvale del supporto di Bosch come anticipato. Dal sistema di riconoscimento dei segnali stradali al controllo della velocità. Una telecamera di bordo riporta le info sul display e avvisa il pilota del limite di velocità. In più ci sono il Traffic Jam Assist e l’Active Cruise Control. I prezzi delle nuove Alfa Romeo sono rispettivamente: Giulia circa 90.000€, mentre Stelvio attorno ai 100.000€.

    Per rendere ancora più speciali queste vetture suggeriamo si installare dei tappetini della linea Top con impuntura verde, battitacco in gomma sportivo e l'immancabile ricamo Giulia o Stelvio.
  • Audi A3 Sportback- Quarta Generazione

    Oltre a svelare la quarta generazione di A3 Sportback Audi diventa l'anello portante del gruppo Volkswagen. La Casa di Ingolstadt guiderà lo sviluppo dei marchi Skoda, Seat, Bentley, Lamborghini e del partner Porsche.

    Un ruolo molto importate, ma allo stesso tempo una grande responsabilità. Negli ultimi anni, passo dopo passo Audi è cresciuta. Da marchio in parte eclissato dalle Case rivali, Mercedes e BMW, ora spesso anticipa le concorrenti. Fra i modelli che l'hanno resa forte e popolare vi è la gamma A3 e a Ginevra avrebbe dovuto esordire la quarta generazione dellʼA3 Sportback. La mitica berlina a 5 porte, molto versatile, con motorizzazioni turbo benzina, turbodiesel, ibride a metano e ibride elettriche.

    La variazione più evidente nell'aspetto esterno è la  griglia single frame ancora più ampia, che occupa quasi lʼintera zona anteriore, arricchita dai fari a matrice di LED.

    Cambiamenti importanti anche per le fiancate, più scolpite allʼ altezza dei passaruota e con nervature che si snodano in modo dinamico verso la zona posteriore. Nell'abitacolo la connettività è al top; accoglie le funzioni Audi Connect e risponde ai comandi vocali di Alexa. Di serie la strumentazione digitale da 10,25 pollici.

    La nuova Audi A3 Sportback debutterà in Italia fra aprile e maggio. Prezzi a partire da 29.000€.

Oggetti 1 a 10 di 159 totali

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 16