0item(s)

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Tappetini Auto

Segui tutte le notizie dal mondo delle auto

  • Una BMW Serie 1 tutta nuova! Ecco tutte le novità.

    Il cambiamento è notevole, la nuova BMW Serie 1 si rinnova completamente! In primis diciamo addio alla trazione posteriore che cede il posto a quella integrale o anteriore.

    Nasce sulla base della piattaforma Faar, che ha dato vita ale sorelle Serie 2 Active Tourer, X1 e X2. Le caratteristiche salienti di questa piattaforma sono il motore trasversale e la trazione anteriore.

    Diciamo subito che i prezzi partono da 28.000€ (per la 118i) e salgono fino a 47.000€ (per la M1 351i). Nel mezzo fra le varianti troviamo la XDrive da 40.700€.

    Anche le proporzioni sono rivoluzionate. Ora le linee della Serie 1 ricordano quelle della X2 con il cofano spiovente, più corto e più alto di prima e le portiere più lunghe. Nella visione d'insieme risulta più compatta con una linea che sale verso l'alto.

    Nonostante i molti cambiamenti la lunghezza resta praticamente la stessa, 4, 32 m. L'abitacolo è più spazioso, nella seconda fila ci sono 1,3 cm in più in larghezza e 3,3 cm in più per le gambe. E anche il baule è più capiente, i litri dichiarati sono 380. Per completare le misure: la larghezza è 1,79 metri mentre l’altezza 1,43 metri.

    Restando per un attimo nell'abitacolo possiamo dire che gli interni riprendono quelli della Serie 3 fresca d restyling. La connessione a bordo è di ultima generazione e il display dell’infotainment è grande 10,25 pollici. Per la prima volta si aggiunge l’head-up display da 9,2 pollici e la placca wireless per lo smartphone. Una chicca: è possibile aprire e chiudere l’auto con lo smartphone collegato alla BMW Digital Key.

    Gli allestimenti sono 4: Advantage, Luxury Line, Sport Line ed M Sport. Fra le novità le sospensioni posteriori sono multi-link su tutte le versioni. Per la prima volta abbiamo le ruote da 19 pollici e il tettuccio panoramico elettrico.

    In merito ai motori vi sono il benzina e il diesel a 3 e 4 cilindri.

    Per rendere ancora più belli gli interni puoi personalizzare i tappetini della tua Serie 1 aggiungendo un tocco di stile all'abitacolo.

  • Halloween e le auto da paura fra dolcetto e scherzetto

    La notte di Halloween si avvicina e per l'occasione abbiamo scovato per voi delle automobili da urlo! Questa ricorrenza ormai è parte integrante della nostra cultura quindi abbiamo pensato di dedicarle spazio in maniera divertente.

    Eh sì perché anche le auto possono giocare un ruolo di rilievo nella festa, parliamo di  'Halloween cars'. Partendo dalle taglie piccole a quelle più imponenti, le mostruosità sono assicurate. Di seguito trovate qualche spunto per addobbare la vostra auto.

    Qualcuno ha decorato la propria Smart come se fosse uno squalo pronto a divorare il pedone di turno.

    Nel corso degli anni sono tantissimi coloro che si sono ispirati ai demoni degli inferi. Pertanto accanto alle zucche troviamo scheletri, streghe, fantasmi e mostri dai denti aguzzi.

    Non possono mancare gli zombie, oggi tanto in voga nelle serie TV. In molti casi i morti viventi si impossessano totalmente dell'auto tanto da venir aereografati sulla carrozzeria.

    Immancabili i veri e propri carri funebri con tanto di casse da morto scoperchiate, fino alla realizzazione di veri e propri tributi alla famiglia Addams.

    E chi non vorrebbe investire la Morte? Un lavoro davvero magistrale quello eseguito nella foto qui sotto. Eccola lì, avvolta nel suo nero mantello, schiacciata fra due auto.

    CSI scena del crimine, nastro giallo e braccio mozzato, è proprio quello che ci vuole per incutere orrore. Che qualcuno chiami i paramedici!

    I proprietari di queste auto si sono sbizzarriti, ma ad Halloween basta anche un semplice lenzuolo con due fori per gli occhi ed il gioco è fatto. Preparatevi il 31 ottobre è ormai arrivato e anche gli spiriti!

  • Porsche Cayenne Coupé - Linee da urlo

    Con la nuova Cayenne, anche la Casa di Stoccarda entra nel segmento Suv Coupé. Lo scopo è quello di creare un' immagine dinamica senza dimenticare il comfort della versione di partenza.

    Non a caso il tetto è abbassato solo di pochissimi cm e l'abitacolo mantiene la capienza originale grazie allo spostamento dei sedili posteriori. Il baule perde lievemente la capienza di carico, ma nulla di rilevante.

    Le proporzioni della Cayenne Coupé sono affascinanti. In particolare colpiscono le fiancate allargate e il tetto inclinato, il tutto per creare un profilo ben riconoscibile.

    La parte frontale è rivisitata, il parabrezza è stato ridisegnato e il montante appiattito. Il tetto panoramico ha una superficie di quasi un metro quadrato, che permette di ammirare il cielo. Rispetto alla versione Suv, la Coupé Cayenne ha più grinta, grazie alle linee aerodinamiche decise. Notevoli lo spoiler adattivo e gli altri accorgimenti che migliorano la dinamica e la precisione di guida.

    Sono disponibili ben 5 versioni, fra queste la Coupé e la Turbo Coupé. La Coupé ha un motore da 6 cilindri, 340 Cavalli e parte da 86.000€. La Turbo ha invece un motore biturbo V8 con potenza massima di 550 Cavalli, il prezzo sale a 151.000€.

    Di serie vi è un notevole equipaggiamento elettronico, ad esempio il controllo di trazione e stabilità e il servosterzo adattivo.

    Gli interni sono progettati per garantire la massima comodità, infatti, vi sono 4 posti davvero confortevoli e l' infotainment è di ultima generazione: comandi vocali, connessione, servizi Porsche Connect Plus, 4 prese USB e lo spot wi-fi. Uno schermo centrale da 12,3 pollici fa da interfaccia.

    Infine vi sono tre modalità di guida:

    -la Normal, per chi ha il piede 'leggero' quindi con sospensioni morbide e gestione ponderata del motore

    -la Porsche, che permette di passare dalla modalità famiglia a quella Sport. Quest'ultima fa diventare la Cayenne Coupé velocissima e grintosa

    -la Turbo, che non esclude la modalità famiglia, ma dall'accelerazione e molto reattiva. Difficile resisterle, rapida e precisa, non solo potente.

    Non resta che scegliere la propria versione e personalizzarla con i tappetini MTM.

  • 11-13 ottobre 4x4Fest Carrara: la Kermesse del fuoristrada

    Il 4x4Fest 2019 si svolgerà fra Carrara, le Alpi Apuane, la Versilia e l'entroterra ligure-lunigiano. Questi luoghi sono lo scenario ideale per ospitare il week end dedicato ai fuoristrada.

    Proprio questo fine settimana, dall'11 al 13 ottobre, avrà luogo la 19° edizione del 4x4Fest. Gli eventi in programma sono tantissimi e le location fantastiche. Spiagge, piste e le famose cave di marmo dove poter testare i mezzi e le proprie performance come piloti.

    Il fulcro della manifestazione si svolgerà presso Carrarafiere: l'area esterna ospita una pista per i test drive dei visitatori. Questo intervento è stato fortemente voluto dalla Federazione Italiana Fuoristrada, partner dell'evento. La F.I.F ha puntato sui percorsi di prova e sul miglioramento della visibilità degli spettacoli per gli spettatori.

    Le iscrizioni ai test drive si possono effettuare direttamente in loco presso gli stand delle case automobilistiche presenti. Inoltre nei 3 giorni di evento sarà possibile prendere parte alle attività in spiaggia. Aggiungendo 5€ ai 10€ di ingresso si potrà entrare nell'arenile con il proprio fuoristrada e sgommare sulla pista progettata dalla F.I.F la 'Stand Emotion'.

    Imperdibile il Tour delle Cave di Fantiscritti. Le partenze sono ogni 40 minuti dalle 8.30 alle 17.00 di sabato e domenica. Questo Tour è riservato ai possessori di 4x4 e SUV ed è gratuito per i bambini fino ai 10 anni. Più complesso è il Tour delle Cave di Marmo Apuane, un percorso totalmente fuoristrada che raggiunge la Cava Breccia Capraia. Anche il tragitto fra le Cave di Corchia è interessante, 5 ore e 100 km. Per le donne, sabato 12 ottobre è previsto il tour Rosa Integrale, di 2 ore nella Cava di Fantiscritti.

    I momenti di ristoro non mancano, presso il padiglione vi è un palcoscenico, un maxischermo e una zona ospitalità. Questo accogliente 'salotto' propone ogni giorno proiezioni, incontri e ospita personaggi di rilievo del modo dei motori.

    Tutte le info e l'acquisto dei biglietti si trovano sul sito sito http://www.4x4fest.com.

  • Nissan IMK - il futuro è nel presente

    Durante il Tokyo Motor Show di questi giorni, è stata presentata la Nissan IMK. La sigla significa Intelligent Mobility e rappresenta l'evoluzione delle city car che a breve saranno tutte elettriche.

    Cresceranno in altezza, ma saranno più compatte e la tecnologia sarà il motore di tutto.

    Nissan IMK ha un abitacolo wifi che permette di fare moltissime operazioni in tutta sicurezza. Il sofisticato sistema di aiuto alla guida ProPilot racchiude diverse funzioni come il Valet Parking governabile da smartphone. Di cosa si tratta? Di un parcheggio automatizzato mediante il quale i passeggeri escono dall'auto che in autonoma cerca un posteggio. Cliccando su un pulsante dello smartphone la IMK sarà richiamata e tornerà dal proprietario.

    Lo stile riprende l'essenza minimal giapponese. Gli pneumatici, i paraurti, i cerchi, i finestrini, il tettuccio e la verniciatura dello spoiler, traggono ispirazione dal design 'mizuhiki' la corda sottile fatta di carta di riso.

    Le misure sono contenute, 3,43 metri di lunghezza, 1,50 m di larghezza e 1,64 m di altezza ,quest'ultima come la Juke, quindi molto comoda e funzionale.

    Gli interni sono accoglienti e spaziosi, ai passeggeri sembrerà di essere seduti su di una nuvola. Il cruscotto e alcune porzioni delle portiere sono rivestiti da materiali dalle tinte tenui, stile 'Agakane', cioè luminoso. Gli inserti in legno contribuiscono a dare un senso di relax e rimandano alla tecnica di lavorazione del legno giapponese 'Kigumi'.

    Davvero curioso che sul cruscotto ci siano solo il bottone Start, il cambio e niente più. Gli altri comandi si possono visualizzati tramite icone illuminate. Un display prism fa comparire le informazioni relative a velocità e navigazione a mezz'aria, mentre le info customizzate si possono visionare tramite ologrammi. Fantascienza e futuro? No è il nostro presente!    
  • Audi riduce le emissioni CO2 - Ecco le strategie. 3 e-tron attraversato 10 paesi europei in sole 24 ore

    Audi sta mettendo a punto diverse strategie per ridurre le emissioni nocive. Secondo le stime nel 2025 la dispersione nell'ambiente di CO2 calerà del 30% rispetto al 2015.

    Si tratta di un valore medio che interessa tutti i modelli della Casa. Diverse le versioni ibride ed elettriche già lanciate sul mercato.

    La strategia è stata fortemente voluta dal Gruppo Volkswagen, fra i primi consorzi ad aver aderito all'Accordo di Parigi sui cambiamenti del clima.

    Un esempio è la e-tron 100% elettrica, che a breve sarà seguita da e-tron Sportback e e-tron GT. Il tutto per garantire una mobilità completamente sostenibile che rispetti l'ambiente. Non solo i veicoli ridurranno le emissioni nocive, ma anche gli stabilimenti produttivi. Infatti Audi ha dato il via all'impegno 'carbon neutral' prima fra tutte la fabbrica ungherese di Gyor.

    Per dare prova di questa misure e dei risultati perseguiti, Audi ha organizzato un evento molto suggestivo. 3 e-tron hanno attraversato 10 paesi europei in sole 24 ore. Una sfida avvincente che ha coinvolto 9 giornalisti, 3 per ogni vettura. Il Lago di Bled in Slovenia è stato il punto di partenza, mentre il punto di arrivo Amsterdam. L'obiettivo è stato dimostrare che la rete di colonnine elettriche distribuite in Europa è tale da garantire ricariche che permettono di attraversare mezza europa.

    Il tragitto del tour era di 1.600 km e 10 parsi come anticipato: Slovenia, Austria, Italia, Lichtenstein, Svizzera, Francia, Germania, Lussemburgo, Belgio e Olanda.

    Nessun problema di assenza ricarica è stato registrato. E durante il tragitto sono state usate anche le centraline di ricarica ultra rapida da 150 KW, che in meno di 30 minuti ricaricano la batteria dell'80%.

    Notevoli lo sforzo e l'impegno di Audi per salvaguardare il nostro pianeta.

  • Salone di Francoforte, tanti i marchi assenti

    Quest'anno il Salone di Francoforte si svolgerà dal 12 al 22 settembre. L'apertura al pubblico è stata sabato 14.

    La Germania è il regno dell'industria automobilistica, il temibile concorrente, che però guardiamo anche con tanta ammirazione. Non a caso Francoforte ospita uno degli eventi automobilistici più importanti a livello mondiale.

    Il prossimo anno sarà la volta di Parigi, (i due Saloni si alternano) e magari i grandi assenti dell'edizione tedesca avranno da dire la loro in territorio francese.

    La 68° edizione vede, infatti, pieni solo 4 degli 8 padiglioni a disposizione nella Frankfurter Messe, le novità sono però degne di nota.

    Le auto elettriche sono le protagoniste e rappresentano il futuro della mobilità. Dal primo gennaio 2020, infatti, ci saranno i nuovi limiti sulle emissioni di CO2 imposti dall'Unione Europea.

    In mostra la Volkswagen ID.3, la nuova gamma Smart EQ, la Mini Full Elecrtic e la Opel Corsa Elettrica.

    Si potranno visionare anche la city car Honda e la Porsche Taycan.

    Tantissime le ibride in esposizione: Ford Puma, Seat Tarraco, Opel Grandland X e Land Rover Defender.

    Mentre Audi, BMW e Mercedes esporranno le nuove creazioni con motori classici.

    Tanti gli assenti come anticipato: bisogna segnalare il gruppo FCA, Toyota, Subaru, Suzuki e Mazda. La lista prosegue con General Motors, Volvo, il GRUPPO PSA (Opel ci Sarà e Renault presenta la nuova Captur).

    In sostanza mancheranno circa 20 marchi anche fra le supercar come Ferrari, Aston Martin, Bentely e Rolls-Royce.

    Per fortuna la Lamborghini Sian (fulmine in dialetto Bolognese) tiene alto il prestigio italiano!

  • Mini Full Electric rispetta l'ambiente

    Autonomia fino a 270 km con emissioni zero per Mini Full Electric, già in prevendita online!

    Nonostante i segnali che arrivano dai diversi costruttori, si stima che nel 2030, solo il 25% delle auto sarà elettrico. Se però prendiamo in considerazione i mercati più sviluppati, la percentuale si alza. Per questo motivo è significativo l'impegno nella costruzione di vetture a emissione zero.

    Così anche la casa di Oxford sta lavorando sull'elettrico e la nuova Mini esordirà il 7 marzo 2020.

    Mini Full Electric sarà disponibile nella versione 3 porte, con un assetto rialzato per permettere l'installazione delle batterie al litio. Non cambierà il piacere di guida, questo lo garantiscono gli ingegneri incaricati del progetto. Sprint e dinamismo saranno comunque elementi caratterizzanti.

    Molte le dotazioni di serie come i fari a led, il clima automatico bizona, il riscaldamento a pompa di calore, quello ausiliario, il freno di stazionamento e il Mini Connetted Navigation. Nulla è lasciato al caso, e tutto è pensato per garantire il massimo comfort.

    La potenza del motore elettrico è 135 kw (184 cavalli). La presa per la ricarica diretta e continua, supportata fino a 50 KW. Le batterie si ricaricano in 3 ore e mezzo, ma in 35 minuti, scegliendo la modalità rapida, si ottiene l'80% della carica e bastano due ore e mezzo per la ricarica completa.

    L'accelerazione da 0 a 100 km/h si raggiunge in 7,3 secondi e la velocità massima è 150 km/h. Il cambio automatico favorisce la guida cittadina, ma vi è la possibilità si scegliere fra 4 tipologie di guida, tra le quali quella più sportiva.

    Occhio alla sicurezza, gli standard sono quelli di BMW quindi superiori alla media prevista per le auto elettriche. Per esempio il motore è protetto da un supporto rinforzato per evitare qualsiasi rischio.

    Il bagagliaio ha una capienza di 211 litri che possono essere estesi a 731 abbassando i sedili posteriori. Gli interni sono curati nei minimi dettagli con linee tonde e morbide. Per questa versione i tappetini Top neri con doppia impuntura gialla sono perfetti.

    In Italia il prezzo parte da 33.900€ e le prenotazioni online sono attive con 500€ di anticipo.

  • Ford Transit - Vacanze in Camper!

    Le vacanze sono in arrivo e per l'estete 2019 'camper' è la parola d'ordine! Se ami passare il tempo all'aria aperta Ford ha quello che fa per te.

    Il settore dei camper e motorhome è in costante crescita, ogni anno nei paesi europei sono più di 100.000 le unità vendute. Così Ford punta tutto su Transit, per essere più precisi sulla sua variante camper. Questo modello è il più venduto della categoria (in Europa, 131.800 veicoli nel 2018).

     

    Partendo dalla versione a passo lungo di Transit, è nato Custom Nugget. Sono stati modulati nel veicolo un letto doppio e due lettini. Fantastica la cucina a due fuochi con un frigorifero da 40 litri. A bordo è presente anche il bagno con wc e lavabo, inoltre sempre in dotazione vi sono le tende, tavolini di appoggio e una doccia esterna.

    ll camper è disponibile con motore diesel 2.0 da 130 a 170 cavalli e prevede tecnologie di guida autonoma: Cross Traffic alert, Adaptive Cruise Control e telecamera grandangolare. Questi accorgimenti sono molto utili durante le lunghe attraversate che questo mezzo consente di fare.

    I sedili ruotano fino a 180 gradi e fra gli optional vi è anche il tetto estraibile estensibile verso l'alto. Quest'ultimo consente di aumentare l'aria e migliorare l'abitabilità. Il pavimento è in simil-legno, facile da pulire con impianto di riscaldamento supplementare.

    Decisamente è il camper perfetto per vivere open air le vacanze con la famiglia o gli amici. Non resta che prendere la cartina e tracciare il percorso di un'estate spensierata ed avventurosa.      
  • Toyota GR Supra, fa impazzire i fan italiani

    Toyota ha voluto sorprendere i suoi fan. In particolar modo coloro che amano le vetture sportive giapponesi.

    Presso l'Autodromo di Modena, durante la sesta edizione della Japanase Cars Meeting, è stata presentata la fantastica GR Supra. Si tratta della versione da strada della vettura da corsa sviluppata dal team Toyota Gazoo Racing. Da togliere il fiato.

    Quest'auto è una Coupé dall'assetto basso, con la grinta di una supercar. Il passo è più corto della GT86, così il baricentro ribassato garantisce maggiore piacere di guida. Il look è sportivo, dinamico e grintoso. L'agilità non manca e le linee sono studiate per fendere l'aria in modo ottimale.

    La nuova Toyota GR Supra nonostante le origini nipponiche sarà costruita però in Europa, infatti è assemblata in Austria.  Il motore è un biturbo 3.0 da 340 cavalli che grazie al sistema Launch Control passa da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi, notevole. La trazione è posteriore e il cambio automatico a 8 rapporti. I cerchi sono da 19' e nella parte posteriore svetta lo spoiler arcuato.

    Si tratta di una due posti che si ispira alle monoposto da corsa. Per ottimizzare la visuale la plancia è bassa e stretta, in questo modo favorisce allo stesso tempo l'ergonomia. Inoltre con l'head-up display e i comandi sul volante tutto è portata di mano. Così potrai tenere tutto sotto controllo, anche grazie alla funzione track che permette di controllare la stabilità del mezzo.

    Dato che l'allestimento è unico, per rendere originale e particolare l'abitacolo è possibile personalizzare i tappetini. Aggiungendo il ricamo GR Supra oppure il tuo nome. Per dare un tocco di colore si possono personalizzare anche il bordo e l'impuntura.

    Sono aperte le prenotazioni in Italia e le prime consegne sono programmate per la fine di quest'estate. Nel primo anno saranno prodotti circa 900 modelli.

    Il prezzo? 68.000€

Oggetti 1 a 10 di 142 totali

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 15