0item(s)

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Tappetini Auto

Segui tutte le notizie dal mondo delle auto

  • Autopromotec - Il salone dell' aftermarket

    Segnatevi queste date, 22-26 maggio. Sono i giorni in cui si svolgerà a Bologna il rinomato salone Autopromotec, pensato per i protagonisti del mondo automotive.

    Questa fiera vanta cinquant’anni di storia ed è cresciuta di anno in anno. Stiamo parlando in un evento internazionale che ha registrato un incremento significativo di pubblico ed espositori. Il salone è in grado di unire tutte le categorie dell’aftermarket: pneumatici, strumentazione per officine, car service e ricambi. Innovazioni, tecnologie di ultima generazione e possibilità di scambi commerciali, questi sono i punti di forza dell'evento, che attrae professionisti da tutto il mondo.

     Le 3 macro aree espositive sono:

    I migliori strumenti al servizio dell'aftermarket in officina

    Tutto ciò che gira intorno alla ruota: pneumatici e attrezzature

    Ricambi e car service: l'eccellenza tecnologica in mostra

    La prima area è una sorta di fiera nella fiera, dove sono esposte e le eccellenze dell’assistenza automobilistica. Interessante per meccanici, gommisti, carrozzerie, concessionari, stazioni di servizio e autolavaggi.

    La seconda mette a in mostra pneumatici nuovi e ricostruiti, cerchioni, accessori, macchinari e attrezzature.

    Infine la terza area riguarda l'innovazione del mondo automotive dalla componentistica al car service. Quest'ultimo è un settore cresciuto negli anni fino a divenire una presenza  consolidata anche in fiera.

    Durante la manifestazione si svolgeranno anche tenti eventi e workshop. Noi non mancheremo di certo!

  • Volkswagen T-Cross - La risposta alle tue esigenze

    T-Cross è il nuovo City SUV di casa Volkswagen che cattura per il design accattivante e il dinamismo.

    Non è un segreto che le Sport Utility urbane abbiano ormai conquistato il mercato. I dati parlano chiaro, nel 2018 la vendite dei B-Suv sono aumentate del 37%. Questo vuol dire che una buona fetta è stata sottratta alle classiche citycar.

    Volkswagen ovviamente segue questa tendenza. #AM MORE THAN ONE THING così viene presentato T-Cross, 'sono tutto ciò che ti serve e rispondo a tutte le tue esigenze'. Ecco il concept della casa tedesca.

    Stile, versatilità, comfort e praticità, tutto concentrato in 4,11 metri. T-Cross entra a tutti gli effetti nella T-Family e il suo look rispecchia quello di una compatta. Il lunotto posteriore è ridotto e le fiancate sono attraversate da linee orizzontali che le conferiscono un aspetto grintoso.

    L'abitacolo è più spazioso di quanto ci si possa aspettare. Si notano subito le alte sedute per conducente e passeggero, per garantire una buona visibilità da ogni lato. Buona anche l'abitabilità per chi siede dietro e niente male la capienza del baule (tra 385 e i 455 litri).

    Vi sono 3 allestimenti: Urban, Style e Advanced.

    La versione Urban parte 19.000€ e di serie ha molte dotazioni come il sistema Front Assist, la funzione Blind Spot, il Rear Traffic Alert, il Lane Assist, il rilevatore di stanchezza, la chiamata di emergenza e molto altro.

    L'allestimento Style permette di accedere alla motorizzazione da 115 Cavalli, al prezzo di 21.450€. Di serie anche cerchi in lega da 16”, cruise control adattivo ACC, display Plus e  volante multifunzione.

    Le versione superiore, Advanced, dispone anche di cerchi in lega da 17”, proiettori anteriori a LED, strumentazione Active Info Display e volante multifunzione rivestito in pelle.

    Per questo mini Suv ti proponiamo di configurare un set di tappetini della linea Top, neri, con il bordo in tinta con la tua carrozzeria e il ricamo T-Cross. Altrimenti sul sito potai divertirti a personalizzare i tuoi tappetini scegliendo fra le varie opzioni proposte.

  • Gita fuori porta a Pasquetta: 10 mete da raggiungere in auto

    Noi hai ancora pianificato cosa fare a Pasquetta? Pic nic, scampagnata e gita fuori porta sono le  idee che ti stuzzicano, ma non sai dove andare.

    Ecco le 10 mete da raggiungere in auto che ti consigliamo:

    Campania - Atrani

    Questa cittadina di stampo medievale si snoda lungo la valle del fiume Dragone, dista un'oretta di macchina da Napoli e Amalfi si può facilmente raggiungere a piedi. La bellezza del borgo marittimo con gli stetti viali vi conquisterà. Potrete ammirare gli archi e le celebri 'scalinatielle' elemento caratteristico del luogo.

    Lazio - Tivoli, Villa Gregoriana

    Villa Gregoriana è un luogo magico: grotte naturali, cascate e boschi a pochi passi da Roma. Eretta per volere di Papa Gregorio XVI agli inizi dell'Ottocento, è il contesto ideale per fuggire dal caos cittadino. Il vostro pic nic di Pasquetta potrà svolgersi tra oasi naturali e resti archeologici.

     Lazio - Sperlonga

    Sperlonga è un antico borgo medioevale sito su una roccia, lungo la costa tra Roma e Napoli. Ci si può perdere fra le sue mille viette e restare abbagliati dal bianco intonaco di archi e scale. Questa fortezza è stata espugnata per sue volte dagli Ottomani. In seguito furono erette le caratteristiche torri Truglia, Nibbio e Capovento necessarie per avvistare i pirati. Successivamente è stata riedificata secondo la forma odierna, a testuggine, e arricchita con chiese e palazzi. La Grotta di Tiberio è l'attrazione più caratteristica, faceva parte della villa dell'imperatore.

    Umbria - Spello

    A  pochi chilometri da Foligno e Perugia, fa capolino la città di Spello situata alle pendici del monte Subasio. 'Spelndissima Colonia Julia' questo fu il nome che le attribuì Cesare. Famosa per l'olio di oliva DOP e l'infiorata del Corpus Domini. Da visitare la chiesta di Santa Maria Maggiore, con cappella dipinta da Pinturicchio, e la Casa Romana del I sec d.C. Se non pranzate al sacco da gustare gli gnocchi di Colfiorito.

    Toscana - San Gimignano

    San Gimignano è conosciuta come la città delle Torri, delle 72 originarie oggi ne restano 14. Si trova a metà strada tra Firenze e Siena. Oltre alle torri l'altro elemento tipico è un vino bianco, la Vernaccia, molto pregiato. Nel centro storico si possono ammirare Piazza della Cisterna, il Palazzo Comunale, il Duomo e la Rocca di Montestaffioli. Grandi artisti come il Ghirlandaio e Jacopo della Quercia hanno impreziosito questo antico borgo medioevale.

    Repubblica di San Marino - San Marino

    San Marino è considerata la Repubblica più antica del mondo ed è stata dichiarata Patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Questa roccaforte, che poi è uno Stato a sè, si trova tra l'Emilia Romagna e le Marche. Racchiude nove castelli, il Palazzo del Governo, la Statua della Libertà, 3 Torri... Insomma c'è tanto da vedere.

     Emilia Romagna - Dozza

    Dozza è fra i borghi più caratteristici d'Italia. In particolare si distingue per la street art, più di cento opere realizzate dai migliori artisti della scena contemporanea. La cittadina sorge su un crinale dell'Appennino Tosco Emiliano, nelle vicinanze del fiume Sellustra. Il centro storico conserva il fascino medioevale. Da non perdere.

    Lombardia - Montevecchia

    Montevecchia è un piccolo borgo situato in Brianza nel Meratese. Questo luogo ameno permette di fuggire dal caos cittadino della caotica Milano. Se non ci sono nuvole all'orizzonte durante il pic nic di Pasquetta potrete ammirare l'arco alpino. Nel punto più alto della cittadina sorge il Santuario dell Beate Vergine del Carmelo.

    Veneto - Castelfranco

    Il pittore Giorgione è nato proprio a Castelfranco. Nel Duomo di San Liberale si può ammirare la sua Pala di Castelfranco risalente al 1504. La città è fortificata con alte mura e nel centro storico regna sovrano il Castello de XII secolo. Questa meta è una valida alternativa a Padova o Venezia.

    Piemonte - Orta San Giulio

    L'Orta San Giulio è un piccolo paese a un'ora e mezza di strada da Torino, che sorge in collina. Al centro del lago vi è l'soletta caratteristica e molto pittoresca. Questa destinazione è perfetta per trascorrere in allegria una piacevole giornata con amici e familiari.

    Non vi resta che prendere spunto dai nostri suggerimenti e preparare tutto l'occorrente da caricare sulla vostra macchina per fare una piacevole scampagnata. Non dimenticatevi di utilizzare le nostre vasche baule e i nostri tappetini per un viaggio ancora più confortevole. Buona Pasquetta!

  • Milano Design Week - L'auto è protagonista

    La Milano Design Week è da anni uno degli eventi più riusciti in Italia. Dal 9 al 14 aprile, sarà possibile prendere parte a centinaia di manifestazioni che si svolgono per le vie milanesi. Il tutto all'insegna del design e dell'arte.

    Quello che un tempo era semplicemente il Salone del Mobile, oggi è un appuntamento imperdibile che fonde stile e mondanità. Spettacoli, aperitivi esclusivi, esposizioni, sono l'essenza del Fuorisalone. La Fiera di Milano-Rho ospita gli stand delle aziende storiche dell'arredamento, mentre i distretti del design accolgono le 'nuove proposte'.

    Anche l'automobile è diventata un partner fondamentale per la Design Week. Per farci un'idea vi è la linea di divani Bentley Home oppure Cobra Chair Bugatti.

    Scopriamo più nel dettaglio come i due universi, quello del design e quello dei motori, si attraggono.

    Alfa Romeo espone per la prima volta il SUV Tonale, primo veicolo ibrido plug-in della casa. Sarà collocato nell'area verde 5 della Fiera di Rho. Accanto al veicolo vi saranno due pezzi esclusivi realizzati per Alfa: il cronografo Quadrifoglio prodotto da Eberhard &Co e la bicicletta e-MTB Dolomiti realizzata da Compagnia Ducale.

    Audi ha un rapporto duraturo con la Milano Design Week. Quest'anno valorizzerà l'Arco della Pace con l'installazione e_Domesticity progettata da Hani Rashid e Lise Anne Couture, dello studio newyorchese Asymptote Architecture.

    BMW ha optato invece per la zona intorno a Porta Venezia, per la prima edizione di BluE, un format che racconta la mobilità futura. Dibattiti, workshop, ma anche il lancio del concept BMW iX3, il veicolo elettrico in vendita dal 2020, e del nuovo X7. Partner della casa tedesca è l'azienda living Lago.

    Jaguar presenta il tema 'The Future Legacy' un'installazione che scompone la nuova XE. L'opera è esposta al Piccolo Teatro Grassi e il suo curatore è Ian Callum, responsabile del design Jaguar.

    Honda fa il suo debutto al Salone. La e-Prototype, city car 100% elettrica, sarà esposta nel cuore del Fuorisalone in via Tortona nella boutique Alysi Garden House. Gli arredi sono curati dall'Italiana Danord.

    Presso l'Opificio di via Tortona 31, Hyundai racconta la sua idea di customer experience in partnership con Monocle. 'Style Set Free' è il tema, le auto del futuro sono concepite come luoghi di vita alternativi. Il conducente troverà nell'abitacolo un ufficio, un'area relax e uno spazio personalizzato.

    Sesta presenza alla Design Week per Land Rover. 'Live for the City & The Art of Urban Design' è il titolo delle due installazioni, una in Zona Tortona e l'altra in Brera. Protagonista la nuova Range Rover Evoque.

    Lexus è l'unica casa automobilistica che vanta una presenza di 10 anni, davvero lungimirante. Quest'anno l'installazione 'Leading with Light' è stata realizzata in collaborazione con lo studio Rhizomatics nello spazio di Superstudio Più, in via Tortona. Mentre il SUV UX Hybrid è esposto a Brera.

    Maserati presenta il tema 'Crafting Italian Experiences' su due linee. La prima a Brera dove è esposto Levante, customizzato da Allegra Antinori, e l'altra in corso Monforte. Nel Flagship Store De Castelli, Maserati fa sfoggio della sua idea di lusso.

    Volvo punta invece sull'integrazione digitale fra auto e città. Con Milano il rapporto è consolidato e presso il Volvo Studio in via Melchiorre Gioia promuove il progetto Milano Future City, curato dall'Architetto Andrea Boschetti, per un distretto che valorizzi tecnologia e mobilità.

    Volkswagen collabora ancora con Archiproducts, il grande network dedicato al design e all'architettura. Protagonista la T-Cross lanciata sul mercato proprio in questi giorni. Quattro SUV, fra quelli esposti, fungeranno da navetta di collegamento fra Porta Genova e Brera.

    Seat ha portato a Milano le due nuove elettriche el-Born e Minimò, sempre il linea con il tema della mobilità sostenibile.

    Gli eventi sono davvero tanti e imperdibili, vi consigliamo di fare un giro a Milano!

  • Ecobonus - Le auto da comprare nel 2019

    Qualche settimana fa vi abbiamo parlato dell'Ecotassa entrata in vigore il primo marzo. Non disperate, per chi comprerà un'auto con basse emissioni di C02 (fino a 70 g/Km) c'è l'Ecobonus.

    L'Ecobonus è l'incentivo governativo di 4.000€ destinato alle vetture con emissioni da zero a 20 g/km di C02. Inoltre se si deve rottamare la vecchia auto lo sconto sale a 6.000€.

    Se invece dovete acquistare una vettura le cui emissioni sono comprese fra 21 e 70 g/km, la riduzione è di 2.500€ in caso di rottamazione.

    L'ecoincentivo sarà in vigore fino al 2021 e non comprende i modelli il cui valore supera i 50.000€ IVA esclusa.

    Vediamo insieme alcune delle automobili che potranno beneficiare dell'Ecobonus.

    Nissan Leaf: questa berlina compatta è il modello elettrico più venduto nel mondo. Le sue emissioni di C02 sono pari a zero. Il prezzo parte da 36.500€, se togliamo 6.000€ di incentivo scendiamo a 30.500€. Niente male!

    BMW i3:  Con questa vettura, molto usata per il car sharing, BMW ha puntato sull'elettrico. Il prezzo di listino non è bassissimo, 40.100€ però grazie al bonus si può averla per 34.100€ e il tutto si fa più interessante.

    Smart Fortwo EQ: Siamo al cospetto dell'auto elettrica più economica in commercio. La versione Youngser 'ecoscontata' costa 18.000€. Se non vi accontentate della 2 posti puntate sulla Forfour EQ, che costa poco di più 18.700€.

    Renault Zoe: è la city car più venduta in Europa, il prezzo iniziale di 25.800€ scende a 19.800€ con lo sconto. La casa francese ha messo su strada anche Kangoo Z.E., da considerare.

    Audi A3 e-tron: Si calcola che nei prossimi 5 anni Audi sarà il primo costruttore premium per la mobilità elettrica. Nei suoi cataloghi vi sono diverse vetture a emissioni zero, però i prezzi non sono molto abbordabili. Per fortuna c'è l'A3 Sportback e-tron. Le emissioni sono 36 g/Km quindi dal prezzo iniziale di 39.850€ devono essere sottratti 2.500€.

    Mini Countryman Cooper S E All4: In casa Mini, il modello che può beneficiare dell'Ecobonus è un SUV. Facciamo i conti: costo 39.100€, meno 2.500€ perché le emissioni sono 55 g/km, totale 36.600€. Se in più c'è un veicolo da rottamare altri 1.500€ in meno.

    Hyundai Kona Electirc: questo B-Suv costa 37.500€ e si può applicare la riduzione dei 6.000€ di bonus. Il prezzo diventa davvero competitivo.

    Kia Niro 1.6 Phev: ibrida con emissioni di CO2 pari a 29 g/km, si colloca quindi nella fascia da 21 a 70 g/km, pertanto solo 2.500€ di riduzione, da 36.700€ a 34.200€.

    Citroen C-Zero e Peugeot iOn: le due gemelle sfruttano lo sconto di 6.000€ e partone rispettivamente da 30.740€ e 28.000€. Normalmente chi si avvicina al mondo elettrico sceglie un'utilitaria. La paura è quella di rimanere senza energia nelle batterie, allora la city car sembra la soluzione perfetta.

    Volkswagen e-Golf: La casa tedesca è arrivata un po' in ritardo nel mondo elettrico, ma ha recuperato terreno con quest'auto. Dai 40.000€ iniziali, grazie al bonus si scende a 34.000€.

    Mitsubishi Outlander Phev: un SUV di dimensioni importanti, che dopo il recente restyling è ancora più bello. Questo veicolo è ibrido, ma le emissioni di biossido di carbonio, pari a 46 g/km, permettono di avere la riduzione di 1.500€ sul prezzo iniziale (49.900€). Se ci aggiungiamo la rottamazione si risparmia di più.

    Toyota Prius Plug-in: sembra assurdo, ma il pioniere dell'elettrico resta il più penalizzato. Yaris Hybrid e Rav4 Hybrid non rientrano nei parametri. Solo la nuova Prius Plus Plug-in può accedere alla seconda fascia di incentivo.

    Citroen e-Mehari: 100% elettrica, quindi emissioni zero. Dal prezzo iniziale di 27.300€ scendiamo a 21.300€.

    Come potete vedere l'offerta è ampia, non resta che scegliere il modello adatto alle proprie esigenze che permette di risparmiare il più possibile.

  • Cosa è meglio sapere prima di scegliere un’ auto elettrica

    Anche se rispetto agli altri paesi europei la quota di mercato delle auto elettriche in Italia è sensibilmente indietro, sempre più gente comincia a considerarle una valida alternativa alle automobili a combustibile.

    Tuttavia ci sono ancora diverse cose da perfezionare, affinché le persone possano decidere di passare definitivamente al lato elettrico dell’automotive. Anche se molte case automobilistiche sembrano già sulla buona strada, grazie a un miglioramento del sistema di ricarica della batteria, alla presenza di battery pack più grandi e capaci e a un efficientamento dei sistemi di recupero che sfruttano la frenata rigenerativa.

    I punti critici nella scelta di un’automobile elettrica possono essere principalmente tre:
    • L’autonomia
    • La batteria
    • Il prezzo

    L’autonomia: diffida dalle stime dei grandi marchi

    Diciamo che se nella tua routine quotidiana non affronti grandi viaggi, ma devi sopravvivere al traffico cittadino tutti i giorni, spostandoti tra casa, scuola e lavoro, l’auto elettrica può essere un’ottima soluzione.

    Quando si parla di efficienza di un veicolo elettrico le diverse case automobilistiche dichiarano dei dati che in realtà non possono essere considerati come assoluti.

    Ad esempio Nissan Leaf dichiara di poter percorrere 400 Km con una sola ricarica, mentre Smart sostiene di poter viaggiare per 160 Km.

    La verità, però, è che l’autonomia della batteria dipende da diversi fattori come il tipo di percorso che si affronta, lo stile di guida, la temperatura esterna e l’uso che si fa degli optional.

    Se ad esempio si guida con temperature troppo fredde (sotto i 10 gradi) o troppo calde (sopra i 25 gradi) si perde già il 26% di autonomia.

    Stessa regola vale per il modo in cui guidiamo e per la scelta del tragitto, per cui è consigliabile evitare accelerazioni intense, brusche frenate e percorsi con strade ripide in salita e discesa.

    Per guadagnare terreno bisognerà tener d’occhio anche gli sprechi, per cui sarà il caso di non esagerare con l’aria condizionata, l’autoradio e le luci di bordo.

    La batteria: valuta l’opzione più conveniente

    Un po' come succede con la batteria dei nostri cellulari, anche quella delle auto elettriche è soggetta ad usura, con una conseguente perdita di efficienza nel tempo.

    Motivo per cui varrà la pena di riflettere bene se sia il caso di acquistarla o piuttosto di usufruire di un servizio di leasing che ci permetterà di cambiare la batteria, quando necessario, senza spendere cifre enormi.

    La ricarica si effettua presso le apposite colonnine per strada o tramite quelle casalinghe (dette wall box) che si possono installare in garage. Si sconsiglia, invece, di usare la presa di casa perché allunga notevolmente i tempi di ricarica e richiede una grandissima quantità di energia.

    In ogni caso tempi e tariffe variano a seconda del modello e della fascia oraria scelta per ricaricare l’auto.

    Il prezzo: comprare un’auto elettrica conviene?

    Il prezzo di un’auto elettrica attualmente è molto alto, rispetto alle macchine a benzina. Tuttavia ricordiamo che i vantaggi sono numerosi: dalla possibilità di accesso nelle zone ztl a quella di parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu; dalla possibilità di usufruire di parcheggi riservati vicino alle colonnine di ricarica a quella di risparmiare su bollo e assicurazione. Senza contare dell’impatto zero emissioni sull’ambiente.

  • L’auto del futuro ti capisce da uno sguardo ed è targata BMW

    Anche stavolta, in occasione del Mobile World Congress 2019 di Barcellona, BMW si è distinta per la sua rivoluzionaria attitudine innovativa, la quale ha dato alla luce una nuova tecnologia che segna un grande passo avanti nell’interazione personalizzata con il veicolo.

    Una connettività avanzata che, grazie al sistema BMW Natural Interaction, permetterà di viaggiare in auto interagendo con il veicolo tramite i gesti e la voce.

    È così che si potranno acquisire informazioni utili sia sulle infrastrutture cittadine che sull’ambiente circostante, insieme alla possibilità di integrazione con altri sistemi, come lo smartphone ad esempio.

    Dal 2021 la nuova tecnologia sarà la ciliegina sulla torta della gamma BMW iNEXT e permetterà al conducente di usufruire di diverse funzioni che saranno calibrate proprio in base alle diverse situazioni.

    Come? Grazie a nuovi sistemi di comando vocale e gestuale: si tratta di una serie di sensori capaci di rilevare e analizzare la voce e i movimenti del conducente.

    Nello specifico parliamo di una piattaforma che, grazie ad un algoritmo di apprendimento intelligente, permette a chi è alla guida di usare sguardo, gesti e voce contemporaneamente, grazie a un’interazione multimediale, che consente di affidarsi al veicolo in modo totalmente naturale.

    Tutti questi dati vengono analizzati e combinati dall’auto, ogni volta in modo diverso, così che questa possa selezionare in modo libero e intuitivo la modalità di funzionamento preferita.

    Per cui sarà il conducente a decidere come preferisce avviare le diverse modalità, a seconda delle proprie comodità e abitudini.

    Se per esempio si è impegnati in una conversazione si potrà scegliere il controllo con gesti e sguardi. Quando, invece, siamo impegnati a tenere gli occhi sulla strada possiamo abbassare i finestrini o azionare il climatizzatore affidandoci alla voce o ai gesti.

    E per chi ci mette un po’ di più a prendere confidenza con i nuovi sistemi, basterà indicare i diversi pulsanti e chiedere a cosa servono, per scoprire tutte le funzioni del veicolo.

    Possibilità che si estende anche all’esterno dell’abitacolo: è così che di fronte a un ristorante, ad esempio, basterà puntare il dito verso il parabrezza e chiedere le informazioni desiderate, del tipo “Qual è l’orario di apertura di quest’attività?”, “Quanto costa mangiare in quel ristorante?”

    Il sistema risponderà in tempo reale, rendendosi disponibile persino a prenotare.

    Tutto questo grazie ad una delle telecamere, posizionata al di sopra dei sedili, capace di vedere verso quale direzione stiamo puntando il dito.

    La vera rivoluzione futurista, quindi, è quella che non vede l’uomo costretto ad adattarsi ad un veicolo ma esattamente il contrario. Guidare un' auto intelligente, infatti, trasformerà il viaggio in una piacevole esperienza, dove la stessa auto che ci trasporta sarà in grado di soddisfare e addirittura anticipare bisogni e desideri dei passeggeri.

    Sarà normale, quindi, che ci indichi il distributore di benzina più vicino, quando rileva che il carburante è insufficiente o che ci tenga svegli alzando la radio e i livelli di luminosità interna, quando diremo che siamo stanchi. Molto presto, quindi, che tu decida di viaggiare da solo o con un amico, sarai comunque in ottima compagnia.

     

  • Fiat Festeggia 120 anni al Salone di Ginevra

    Fiat Festeggia i suoi 120 anni con una versione speciale per le tre 500. Durante l'89° Salone di Ginevra è stata infatti presentata la serie '120°', che arricchirà le gamme 500, 500L e 500X.

    Questa nuova serie si contraddistingue per la cura dei dettagli e la carrozzeria bicolore Tuxedo in bianco e nero, sportiva e glamour allo stesso tempo.

    Per rendere ancor più particolari queste edizioni speciali, abbiamo pensato a un set di tappetini della linea Top. Moquette nera, bordo bianco in similpelle con doppia impuntura a contrasto nera, e ricamo 120° bianco. Davvero special! Le Fiat special edition 120° sono esposte al padiglione Pala Expo fino al 17 marzo.

    È possibile ammirare:

    la 500X 120° con motore 1.0 FireFly Turbo da 120 CV

    la 500 120° con il due cilindri TwinAir benzina da 85 CV

    ed infine la 500L 120° con motore a gasolio 1.3 Multijet da 95 CV

    Le motorizzazioni a listino saranno più numerose rispetto a quelle in esposizione a Ginevra.

    Su questa serie speciale Fiat non possono assolutamente mancare i sistemi Apple CarPlay e Android con touch screen da 7 pollici.

    Le novità di casa Fiat non si fermano qui. Per la Panda è stata creata l'edizione speciale Connected by Wind e per la Tipo 5 Porte la versione Sport.

    Grazie alla collaborazione con Wind è nata Panda Connected by Wind. La peculiarità è una connettività 4GB possibile grazie a Windpack, un sistema che consente di collegare in contemporanea 15 dispositivi nell'abitacolo. Il traffico mensile è di 50 GB.

    Questa versione ha un motore 1.2 benzina da 69 CV e sarà in vendita a partire da Aprile.

    Ultima novità è la Fiat Tipo Sport 5 Porte. Anche per questa vettura spicca il contrasto tra bianco e nero. Il look è davvero sportivo e accattivante guadate questa foto.

    Il motore è 1.6 Multijet da 120 CV e a bordo la connettività non manca grazie al sistema Uconnect HD Live.

    Qual è la tua versione speciale preferita?

  • Ecotassa - 10 auto italiane colpite dal Malus

    Dal 1 Marzo è scattata l'Ecotassa. Le auto con emissioni di CO2 superiori a 160 g/km dovranno pagare un sovrapprezzo al momento dell'immatricolazione. Questo supplemento dovrà essere versato al fisco tramite modello F24.

    La maggior parte dei modelli colpiti sono di lusso, le supercar e le supersportive, ma non solo. Buona parte delle auto penalizzate sono prodotte proprio nel nostro Paese.

    Le fasce soggette all'Ecotassa sono 4 e la soglia varia a seconda dei livelli di emissione di CO2:

    fra 160 e 175 g/Km il costo sarà pari a 1.100€

    da 176 a 200 g/Km si sale a 1.600€

    da 201 a 250 g/Km 2000€

    per finire oltre la soglia dei 250 g/Km 2.500€

    Vediamo ora nel dettaglio i 10 modelli italiani colpiti dalla fiscalità aggiuntiva.

    Alfa Romeo Giulietta: la versione 1.4 turbo benzina da 120 CV, rientra nella prima fascia dato che le sue emissioni sono 164 g/Km.

    Alfa Romeo Stelvio: la versione 2.0 turbo benzina da 200 CV si colloca invece nella seconda fascia dato che le emissioni sono pari a 187 g/Km.

    Ancora in Casa Alfa, proseguiamo con la Giulia: qualche versione rientra nell'Ecotassa, in particolare la Veloce con motore 2.0 turbo benzina da 280 CV. Le emissioni sono 176 g/Km quindi siamo in seconda fascia.

    Fiat 500X: il sovrapprezzo colpisce la motorizzazione a gasolio 2.0 Multijet da 150 CV. La versione 4x4 Citycross emette 164 g/km per cui si posiziona nella prima fascia.

    Jeep Renegade: la versione Trailhawk, con motore 2.0 Multijet diesel da 170 CV produce 173 g/Km di emissioni CO2, per un pelo rimane in prima fascia.

    Jeep Compass: sono almeno due le versioni soggette al Malus. 1.4 turbo benzina 170 CV (190 g/Km seconda fascia) e Trailhawk 2.0 Multijet 170 CV (182 g/Km quindi sempre seconda fascia).

    Maserati Ghibli: Qui si sale. La versione 3.0 benzina da 350 CV emette 255 g/Km quindi siamo in quarta fascia. Mentre la versione diesel da 250 CV, disperdendo 184 g/Km, è in seconda fascia.

    Fiat Qubo: Nemmeno i veicoli commerciali sono immuni. La versione 1.4 benzina da 77 CV con le sue emissioni di C02 pari a 167 g/Km si posiziona in prima fascia.

    Dallara Stadale Barchetta: il motore è un 2.3 turbo da 400 CV, con emissioni 211 g/Km, quindi terza fascia. Il tutto si traduce in 2.000€ da sommare ai 189.500 di listino.

    Lamborghini Urus: il primo SUV della casa. Motore V8 da 650 CV, 292 g/Km di CO2, quarta fascia, la più alta.

    Queste vetture sono prodotte negli stabilimenti italiani di Cassino, Melfi, Mirafiori, Fornovo sul Taro e Sant'Agata Bolognese. Fa un po' effetto che un provvedimento governativo vada contro la filiera produttiva italiana. Soprattutto se pensiamo che negli altri paesi europei non funziona così. Però, dato che l'Ecotassa è ormai in vigore, non ci resta che penderne atto e fare bene i conti!

  • Befanacoupè 2019 - Club del Coupé Fiat

    Come ormai consueto, domenica 27 gennaio 2019, si è svolto il primo incontro dell’anno del Club del Coupé Fiat, il mitico “BefanaCoupé”. Questo evento, organizzato dalle sezioni regionali di Lombardia e Piemonte, ha visto la partecipazione di oltre 50 equipaggi. I partecipanti, oltre che dalle suddette regioni, provenivano anche da Liguria, Emilia Romagna e Veneto.

    L'incontro si è svolto presso il centro commerciale “The Style Outlets” di Vicolungo. Per iniziare al meglio il ritrovo si è tenuto al bar “Puro Gusto”, dove si sono raccolte le iscrizioni. Un caldo cappuccino con brioche è stato il benvenuto perfetto per tutti i partecipanti.

    Le mogli e le fidanzate dei “drivers” fremevano in attesa di scatenarsi per lo shopping fra i negozi dai marchi prestigiosi, a caccia di sconti e promozioni.

    Il raduno è proseguito con un variopinto e rombante trasferimento al ristorante “Pane Amore …Poderia” di Casalbeltrame per il consueto pranzo sociale assaporando sfiziosi manicaretti della realtà culinaria locale.

    Durante il pranzo tra un piatto e l’altro, gli organizzatori preparavano l’atteso concorso a premi “della Befana” per il “peggior portachiavi” del Fiat Coupé con ben 5 premi per i vincitori.

    Non potete immaginare cosa abbiamo visto. Portachiavi che neanche il peggior sprovveduto avrebbe osato attaccare alla meravigliosa chiave della Coupé. Oggetti davvero bizzarri, per definirli portachiavi ci vuole proprio coraggio!

    Il clou dell'evento è stata la consegna del nuovo calendario e l’atteso gadget annuale per soci iscritti al Club. Volete sapere di cosa si tratta? Un meraviglioso set di tappetini per auto fornito da noi! Dopo alcuni incontri con i rappresentati del club, seguendo le linee guida dettate dal Presidente, abbiamo sviluppato un prodotto di qualità, curato in ogni dettaglio e impreziosito dal ricamo “Club del Coupè Fiat ”, tale da rendere sportivo ed elegante l’interno della vettura.

    Il “BefanaCoupé” si è poi concluso tra sorrisi e consensi per la bella giornata trascorsa in allegria con un arrivederci al prossimo raduno.

Oggetti 1 a 10 di 132 totali

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 14